Richiesta convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza del Rione Sanità

Abbiamo richiesto la convocazione del comitato per l’ordine e la sicurezza del Rione Sanità.

 

Grazie a tutti gli amici giornalisti per la professionalità.

Ecco il testo integrale della lettera inviata alle istituzioni:

Napoli 03/10/19

Alla cortese attenzione di
Luciana Lamorgese – Ministro dell’interno
S.E. Carmela Pagano – Prefetto di Napoli
Luigi De Magistris – Sindaco di Napoli
dott. Alessandro Giuliano – Questore di Napoli
dott. Canio Giuseppe La Gala – Comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli
dott. Gabriele Failla Comandante provinciale della Guardia di Finanza di Napoli

Oggetto: richiesta del Comitato per l’ordine e la sicurezza al Rione Sanità di Napoli.

Chi, come noi, vive ogni giorno il Rione Sanità è consapevole del crescente clima di tensione e di insicurezza che, ormai da tempo, caratterizza il nostro quartiere.

La comunità che quotidianamente opera sul territorio si trova spesso sola ad affrontare episodi di microcriminalità, abbandono e violenza.
I recenti fatti di cronaca, le frequenti “stese”, i numerosi gruppi di adolescenti spesso armati e soli, ci allarmano e preoccupano. L’ultimo accadimento è di questo lunedì 30 settembre quando un ragazzo della nostra comunità è stato aggredito da un gruppo di adolescenti armati e accoltellato alla schiena. Poche ore dopo l’aggressione un’altra stesa nel quartiere stella.

Da anni lavoriamo con costanza per restituire a questa terra, a lungo martoriata, la luce che merita.
La comunità si è unita, scegliendo spesso la forma della cooperazione e dell’associazionismo, per creare lavoro, per garantire ai giovani una possibilità diversa, per offrire ai più piccoli la scelta di un futuro diverso.
Il quartiere si è impegnato, reinventandosi, nel tentativo di lasciarsi alle spalle anni di abbandono, degrado, povertà e criminalità.

Questa crescita, culturale, sociale e turistica, non può essere affidata esclusivamente all’iniziativa dei cittadini.
Da soli non siamo in grado di affrontare le difficoltà endemiche e strutturali che ancora rendono impossibile sentirsi sicuri in un luogo che, con amore, definiamo casa nostra.
Non possiamo continuare da soli a credere nel progresso e nella crescita se abbiamo paura di camminare la sera da soli, di prendere un caffè o di accompagnare i nostri figli a scuola.

Abbiamo bisogno di sentire forte la presenza delle Istituzioni sul territorio, senza dover attendere un’altra vittima prima che lo Stato garantisca la protezione che il quartiere merita.

La comunità sente, mai come adesso, il bisogno di vicinanza da parte delle autorità e per questo motivo chiede che, in forma del tutto straordinaria, possa essere svolto nella Basilica di Santa Maria della Sanità il prossimo Comitato per l’ordine e la sicurezza. Una richiesta particolare, lo sappiamo, ma si avverte forte l’esigenza di continuare a collaborare con le Istituzione per non vanificare i grandi sforzi comuni fatti in questi anni.
Siamo certi che, come già accaduto in passato, una maggiore presenza sul territorio delle forze dell’ordine possa disincentivare e drasticamente ridurre gli episodi di violenza e microcriminalità che proprio negli ultimi giorni hanno colpito il Rione Sanità.

 

Confidiamo in una pronta risposta e in un intervento quanto mai tempestivo.

 

firmano

Fondazione di Comunità San Gennaro

Cooperazione San Gennaro

Rete commercianti Rione Sanità

Le parrocchie del Rione Sanità

La Chiesa Cristiana del Vomero

La Chiesa Metodista di Napoli

Save the Children Italia Onlus

Le Acli della Campania

 

Qui riportiamo gli articoli di Conchita Sannino e Walter Medolla