Jago a Napoli – Il Figlio Velato nella Cappella dei Bianchi

Sabato 21 dicembre 2019, dalle ore 17:00, presso la Cappella dei Bianchi, nella Chiesa di San Severo fuori le mura a Napoli, lo scultore JAGO, in collaborazione con Coop4Art e l’Arciconfraternita dei Bianchi di S. Antonio di Padova in S. Severo Massimo, inaugurerà la sede permanente della sua ultima opera: il Figlio Velato.

Dopo più di un anno di lavoro in America, tra New York e Long Island, ora la scultura torna nella città dove è stata conce- pita.

L’operazione, curata da Luca Iavarone, ha come obiettivo principale quello di ren- dere il Figlio Velato un nuovo simbolo scultoreo napoletano, contribuendo alla riqualifica- zione dello storico quartiere Sanità e aprendo la strada a un inedito itinerario culturale.

Il Cristo Velato di Giuseppe Sanmartino celebra il sacrificio di un uomo morto per il bene della collettività.

A ciò si ispira anche il Figlio Velato per raccontare una storia contempo- ranea: la morte di migliaia di innocenti che il nostro tempo sacrifica. Nello spirito del Prin- cipe Raimondo di Sangro che aveva affidato a un giovane scultore la realizzazione del- l’opera situata a Cappella Sansevero, JAGO decide di stupire tutti confrontandosi con uno dei massimi capolavori della scultura mondiale. Il suo Figlio Velato verrà posizionato nella Sanità, e precisamente nella Chiesa di San Severo (felice coincidenza, o voluta sim- metria?), in una zona che testimonia faide di camorra, ma soprattutto, di contro, una grande spinta di rinascita, dialogando volontariamente con il centro antico e Cappella Sansevero.

Per ospitare questo moderno emblema, JAGO, in accordo visionario con Pa- dre Loffredo, parroco militante di Santa Maria alla Sanità, decide di riaprire una Cappella, gioiello del barocco napoletano e già ricca di opere inestimabili di importanti pittori locali come Luca Giordano, Andrea Vaccaro e Giovan Battista Spinelli. L’operazione si pone dunque come una doppia restituzione: il dono di un nuovo simbolo di bellezza a una zona martoriata della città metropolitana di Napoli e, allo stesso tempo, la riapertura dello scri- gno che lo conterrà.

 


 

JAGO è un artista italiano che lavora principalmente nella scultura e nella produzione video.

Nasce a Frosinone (Italia) nel 1987, dove ha frequentato il liceo artistico e poi l’Ac- cademia di Belle Arti. Dal 2016, anno della sua prima mostra personale nella capitale ita- liana, ha vissuto e lavorato in Italia, tra Roma e Verona. Attualmente vive e lavora a New York. La ricerca artistica di JAGO occupa una complessa cornice concettuale che, tutta- via, fonda le sue radici nelle tecniche ereditate dai maestri del passato, tentando di in- staurare un rapporto con il pubblico mediante l’utilizzo dei video e dei social network, at- traverso i quali condivide il processo produttivo delle sue opere. Il suo talento artistico e la sua innata capacità comunicativa gli hanno permesso di raggiungere milioni di persone in tutto il mondo e di guadagnarsi il soprannome di “social artist”.

 

INAUGURAZIONE:

Sabato 21 dicembre 2019, dalle ore 17 – ingresso gratuito

 

INFORMAZIONI:

Sede: Cappella dei Bianchi, Chiesa di San Severo fuori le mura – Piazzetta San Severo a Capodimonte 81 – Napoli

Orari: dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 16 – Domenica, dalle ore 10 alle ore 13

Biglietti: intero 6€ – Ridotto 4€ (per under 18, over 65, studenti e possessori ticket Catacombe di Napoli – gratuito per disabili e residenti

Contatti: info@jago.art

 


ACQUISTA IL BIGLIETTO ON LINE QUI